Agrifoglio

L’ho sempre amato, l’agrifoglio, non solo perché rappresenta il Natale, ma perché benevolo e pungente nello stesso tempo. È l’inverno, è il calore, è il colore, con le sue sfumature verde oro, e le sue bacche rosse, piene di amore e speranza.

Questa mattina, solita camminata con il nostro cane Poldo. I posti, sempre gli stessi, routine quotidiana a tracciare un percorso uguale ma ultimamente tutto da scoprire.

È un momento tutto mio, quella della passeggiata con il nostro cane. Io e i miei pensieri, e Poldo a trascinarmi dove vuole lui. E oggi, si è fermato vicino una pianta di agrifoglio.

Mai vista, scoperta per caso, a sgranare i miei occhi e il mio cuore. L’ho letto come altro tuo segnale, amore mio, altro tuo modo per dirmi che in questo maledetto Natale, tu ci sei, comunque.

Basta cercarti.

Ho preso una talea di un ramo, mi perdoni la pianta madre. L’ho trapiantata in un vasetto e ora è vicino a te. Spero attecchisca, mia speranza sotto le foglie di un agrifoglio apparso per caso sul mio cammino, nel giorno della nostra prima funesta Vigilia di Natale.

Il mio pollice verde scarseggia ma spero di riuscirci. Ci sei, lo so. Ma mi manchi vita mia, da togliermi il fiato, a tagliare il mio respiro, già in affanno per la tua assenza.

Ci provo, tesorone mio, per te e per tuo fratello, che sta cercando in tutti i modi di regalarmi un momento di festa pieno d’amore, nella consapevolezza di una assenza troppo pesante da sopportare.

Sei con me, sei con noi. Per sempre. Buona Vigilia di Natale, vita mia.

Una risposta a “Agrifoglio”

  1. “Stanotte è nato un bambino che porta luce alla notte che ognuno di noi sta vivendo.
    Questo bambino è la SPERANZA che nessuno ci può togliere. E noi abbiamo questa speranza perché questa notte per noi è nato un FIGLIO, e questo figlio è per SEMPRE!”
    Questa l’omelia della messa di mezzanotte di Natale, di questo Natale che più notte non c’è.
    Irrompe come un lampo, e ancora una volta trovo Emi, per me, ma soprattutto per te che già sei stata sua madre in terra ed ora in cielo, perché un figlio è per sempre e in lui dobbiamo rinnovare il nostro Natale.
    Allora auguri a noi di poter vivere questa speranza ogni giorno di più, di tenerlo con noi per il figlio che è!
    Buon Natale ❤️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.