Venti

Tagliamo anche i venti mesi con la tua assenza. Stillicidio continuo a cavalcare giorni pieni della tua assenza.

A cercare una ragione per vivere, che oggi inquadro in tuo fratello, che porterà per sempre due pesi. La tua mancanza, che lo ha asfaltato, e me, che ora lo vivo per due.

“Mio fratello è figlio unico”! Gioca su questa affermazione pensandola pronunciata da te. E in effetti è così. È dura, per tutti.

E indossiamo una maschera, spesso ironizzando, per demonizzare quanto ci è crollato addosso. Un treno che ci ha investiti in pieno, e ancora non ci siamo rialzati.

E chissà, se e quando succederà. Resta sempre tanta rabbia. Che a volte prende il sopravvento, e che spesso è difficile da governare.

Vivere tra terra e cielo, è difficile per chi resta per terra. Per una mamma, tra terra e cielo, quasi impossibile.

Ci manchi, vita mia.

Una risposta a “Venti”

  1. Ci manchi…. questa è la verità.
    Questa verità ci lega a Emiliano come primo pensiero, e non può essere diversamente.
    Subito però comincia un susseguirsi di ricordi, immagini, addirittura ripenso alla sua voce….
    e trovo tante cose, momenti unici ed ora purtroppo assolutamente irripetibili .
    Dolore vivo, ma anche consolazione a sentirlo vicino.
    Pensa se tutto si assopisse, se questo estremo dilemma dell’anima venisse normalizzato.
    Svanirebbero tanti ricordi, tanti pensieri ci abbandonerebbero, tante lacrime asciugherebbero….
    ma questo è il duro lavoro, l’imperfezione quotidiana, la negazione della vita con cui e su cui poggiamo le nostre vite.
    Non lo lascio questo dolore che porta tenerezza, addirittura sorrisi. Questo cammino zoppo che non mi fa più vagare nella strada, ma mi porta a vedere dove metto i piedi, a scegliere chi avere al mio fianco per faticare di meno.
    E se CI manca è già fatica smezzata.❤️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.