Scampoli di tempo

Sedici mesi sono trascorsi. Scampoli di tempo che mi tengono inchiodata a un dolore che mai avrà fine. Prigioniera dei troppi perché, e del tormento che non molla la presa.

A cercarti ancora, sempre e ovunque. A mancarmi visceralmente, da soffocare ogni razionale pensiero. Mi manchi vita mia e non esco da questo buco nero.

Fingo. Ho imparato questo, in questi sedici mesi. A fingere. Sorrisi straziati da una sofferenza che è tutta mia, che mi scorre nelle vene senza lasciare scampo.

E che le persone recepiscono convinti ch’io sia una donna forte. Ma non è così. E quanto è dura. Si va avanti, trascinandosi in un sopravvivere che non ha eguali.

Perché nulla è più come prima. E se è vero che potrà cambiare qualcosa, io amavo troppo il mio prima, per pensare oggi a un dopo vissuto con la tua assenza.

Mi abituerò al fatto che mi manchi, ma mai mi abituerò alla tua mancanza. Mai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.