Aspettando

 

Ci avviciniamo ai quattro anni. Tanti, ma il tempo trascorso è azzerato da un continuo dolore che cancella il calendario.

Non riesco realmente a quantificare questi anni, potendoli leggere solamente con la drammatica trasformazione della nostra vita, stravolta irreversibilmente dalla tua assenza perpetua.

Ero convinta che le parole potessero aiutare la mia sopravvivenza, ma mi accorgo che non è così. Ho finito anche quelle, uso sempre le stesse che vivono in un giardino sterile di novità.

Le mie uniche certezze sono crollate lasciandomi in un tempo indefinito e incerto, che non riesco più a inquadrare ma che vivo aspettando che accada qualcosa, senza andare a cercarla.

Ynwa, vita mia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.